Sbiancamento dentale (Bleaching)

Cos’è lo sbiancamento dentale?

La tecnica dello sbiancamento con il perossido di carbammide è nota già dagli anni 80 e da allora è stata ampiamente utilizzata prima negli Stati Uniti e poi in Europa.

Si parla di HOME BLEACHING quando lo sbiancamento viene effettuato dal paziente a casa con l’ausilio di una mascherina stampata

Si parla di OFFICE BLEACHING quando lo sbiancamento viene effettuato alla poltrona.

Perchè i denti sono scuri?

Innanzi tutto bisogna distinguere le pigmentazioni dalle discolorazioni.

Si parla di pigmentazione quando il colore più scuro dei denti è dato da sostanze (fumo, consumo di thè, caffè, liquirizia, vino rosso, cioccolata) e sono localizzate al livello dello smalto.

Si parla invece di discolorazione quando il colore scuro è dato dalla struttura intriseca del dente e le cause più comuni possono essere:

  • Invecchiamento
  • Traumi
  • Restauri in amalgama
  • Disolorazioni da cementi endodontici
  • Discolorazioni daTetracicline
  • Malattie sistemiche di varia natura
  • Amelogenesi e dentinogenesi imperfecta
  • Trauma dei denti decidui che abbiano causato un trauma al germe del permanente

Che cosa si utilizza per lo sbiancamento dentale?

Il prodotto utilizzato è sempre lo stesso, variano le concentrazioni del prodotto sbiancante.

Il perossido di carbammide è atossico e ben tollerato essendo stato utilizzato anche in passato come disinfettante del cavo orale dopo interventi di chirurgia maxillo facciale.

Il perossido di carbammide agisce rilasciando molecole di ossigeno che riescono ad attraversare lo smalto e scindono le molecole pigmentate all’interno della dentina in molecole più semplici che risultano essere incolori, desaturando coì le tonalità più gialle.

Prima di iniziare lo sbiancamento è sempre tassativo eseguire una pulizia dei denti per poter togliere placca, tartaro e pigmentazioni per poter avere un risultato più predicibile.

Il solo effetto collaterale può essere un’aumentata sensibilità dentinale che è reversibile al termine del trattamento.

È sempre sconsigliabile ricorrere a rimedi fai da te ad esempio sostanze abrasive come il bicarbonato o sostanze acide come il succo di limone.Questi agenti infatti è vero che schiariscono I denti ma lo fanno abradendo o sciogliendo lo strato superficile dello smalto e possono portare a Danni irreversibili e a problemi di sensibilità dentinale.

Per migliorare la tua navigazione in questo sito si utilizzano cookie e tecnologie simili. Proseguendo la navigazione dichiari di accettarne l'uso. Cosa sono i cookie?